Aceto Balsamico 3 MEDAGLIE D'ORO 100ml

Nessuna immagine impostata

UN PO’ DI STORIA. Dal 1605 la famiglia Giusti cura il suo Aceto Balsamico, tramandando una ricetta che si traduce in complesse armonie di gusto e in prodotti d’eccellenza apprezzati in tutto il mondo. Ottenere un grande aceto balsamico dipende dalla competenza, esperienza e sensibilità di chi lo produce e dal tempo lungo di maturazione e invecchiamento. Orgogliosa di un saper fare affinato in oltre quattrocento anni di storia, Acetaia Giusti affianca al rispetto per la tradizione una filosofia produttiva moderna e sostenibile, che valorizza le persone e il territorio in cui opera. Tra Ottocento e Novecento gli Aceti Balsamici Giusti si fanno conoscere nel mondo e riscuotono un successo unanime tra il pubblico europeo. Gli Aceti Balsamici di 30, 50 e addirittura 100 anni che costituiscono il vanto della produzione Giusti vincono numerose medaglie prestigiose, di cui 14 d’oro. La qualità conquistò il Re d’Italia Vittorio Emanuele III, che decise di nominare i Giusti “Fornitori della Real Casa Savoia”, concedendo nel 1929 l’alto privilegio di esibire il relativo stemma. Per la sua valenza storica, lo stemma reale campeggia ancora oggi sulle confezioni di Aceto Balsamico di Giusti.

LA QUALITA’ DEL PRODOTTO. E’ nel legno delle botti antiche in cui invecchia l’aceto che da sempre si cela il segreto del balsamico. Acetaia Giusti custodisce orgogliosamente nei suoi solai la più vasta collezione di botti storiche: 600 botti del 1700 e 1800 tuttora in attività. Più antica è la botte, migliore sarà il prodotto che si otterrà, poiché questa rilascerà sempre meglio le essenze del legno e gli aromi balsamici che negli anni vi hanno soggiornato. Proprio la grande complessità dei sistemi di maturazione e invecchiamento, gestiti in batterie composte da botti di diverse dimensioni e legni, è uno degli elementi chiave che determinano la qualità del prodotto finale, insieme all’attenta scelta della materia prima, uve prevalentemente da vitigni autoctoni come il trebbiano o il lambrusco, e il sistema usato per la loro lenta cottura.

DENSITÀ E DOLCEZZA

Dedicato all’avo che ne inventò la ricetta a inizio Novecento, nasce da mosti di uve mature e passite. Aromi di confetture di prugne e frutta rossa si intrecciano a sentori di miele e vaniglia in questo balsamico di grande densità e dolcezza, perfetto per condire a crudo i più diversi tipi di preparazioni, dal dolce al salato.

Ingredienti: Mosto cotto di uve tardive appassite su graticci; aceto di vino invecchiato

Invecchiamento: In barriques, con aggiunta di aceto balsamico già invecchiato prelevato da batterie di botti secolari

Abbinamenti: pasta fresca, pasta ripiena, carne grigliata, macedonia di frutta e dessert

15,00 €
Prezzo standarizzato:
Descrizione